Welcome! You are currently on our Italy site. Select our United States site to find your local currency, language and product selection.
Posted on
in Stories

Jools Walker intervista Jess Fawcett di InternationElles

Incontra Jess Fawcett (@jessfaw), atleta di InternationElles, team di ciclismo internazionale unito nella lotta per l’uguaglianza e che promuove il ciclismo femminile. Abbiamo incontrato Jess per parlare dell'incredibile lavoro di InternationElles, delle sue speranze per il ciclismo e di ciò che pensa delle giacche Brompton x Protected Species (ha avuto un'anteprima!) 

jess fawcett

Jools: Quando è nata la passione per il ciclismo? 

Jess: Ho iniziato a pedalare la prima volta per fare riabilitazione! Ero una runner molto appassionata ma mi sono infortunata all'età di 18 anni. Ho iniziato a fare lezioni di spinning all'università con un istruttore che era anche un appassionato allenatore di triathlon. Mi ha incoraggiato a provare il ciclismo su strada e, in un campo di allenamento dove tutti gli altri non correvano per via della temperatura molto elevata, ho noleggiato una bicicletta e ho percorso 80 km con un gruppo casuale di ragazzi guidati da un ex professionista! È nato tutto allora: mi sono appassionata!

 

 jess

 

Jools: Fai parte di InternationElles, ci parli del team e della sua missione?

Jess: L'InternationElles è un team ciclistico amatoriale composto da donne di tutto il mondo appassionate di uguaglianza. Seguendo le orme di un team francese chiamato Donnons des Elles au Vélo, l'InternationElles sensibilizza sulle disuguaglianze nel ciclismo femminile, completando l'intero percorso del Tour de France con un giorno di anticipo rispetto al gruppo di professionisti.

L'anno scorso la pandemia ha messo a dura prova il team del 2020 diretto in Francia, invece il gruppo di 10 donne ha coperto l'intera distanza del TdF in meno di 100 ore come staffetta e poi ognuna ha completato un Everest. Intendiamo rendere le persone consapevoli dei problemi nello sport (dal livello base a quello professionista) e speriamo di influenzare il cambiamento, aumentando la partecipazione delle donne, migliorando l'ambiente di lavoro per i professionisti (premi in denaro, attenzione dei media, calendario delle gare) e in generale portare lo sport femminile al livello di quello maschile. 
 

 

Jools: Quali sono i diversi progetti che hai pianificato per continuare a perseguire l'uguaglianza nel ciclismo? 

Jess: È tutto un po' complicato durante questi tempi di COVID, ma ci stiamo tutti allenando e stiamo programmando di percorrere la rotta del TdF quest'anno (dita incrociate). Tutte le InternationElles sono attive sui social media, sostengono il ciclismo femminile, prendono parte a gruppi, discussioni e corse di gruppo online. Se in estate non potremo fare il TdF, so che troveremo un programma altrettanto epico per assicurarci di mantenere viva questa importante conversazione. 

 

jess 

 

Jools: Quali sono le tue ultime speranze per lo sport del ciclismo? 

Jess: È uno sport unico, perché è anche un mezzo di trasporto, quindi credo affronti sfide che altri sport non fanno; le persone hanno diverse opinioni sui "ciclisti", che include tutta una serie di individui su una grande varietà di biciclette che viaggiano in modi molto diversi. Il lato competitivo è anche molto intriso di tradizione, che può essere affascinante, ma ha anche (credo) portato ai problemi di disuguaglianza che dobbiamo affrontare ancora oggi. 

Vorrei che l'opinione generale del ciclismo e dei ciclisti migliorasse, che guidatori e ciclisti condividano felicemente le strade e che coloro che vogliono pedalare in modo competitivo, indipendentemente dal sesso, dalla razza o dall'età, possano farlo al meglio delle loro capacità e con l'esposizione e le ricompense dovute. 

  
Jools: Tu eri nel servizio fotografico su Protected Species. Quali sono state le tue prime impressioni sulla giacca? E come sono andate le riprese?

Jess: È stato così bello essere parte di qualcosa, incontrare nuove persone e chiacchierare di quanto sia strana la vita in questo momento, dopo così tanti mesi di isolamento e rintanamento nel mio piccolo villaggio. Era anche la mia prima volta su una Brompton, il che è stato emozionante! 

"L'attenzione ai dettagli è eccezionale, con eleganti caratteristiche riflettenti ed è chiaro che è stata dedicata molta attenzione alla linea, quindi sembra adorabile quando la osservi da fuori, ma funziona perfettamente mentre pedali". 

La mia prima impressione della giacca è che sia troppo bella per me! Sembra talmente lussuosa per essere una giacca da corsa, ma fa così bene il suo lavoro. L'attenzione ai dettagli è eccezionale: con eleganti caratteristiche riflettenti ed è chiaro che è stata dedicata molta attenzione alla linea, quindi sembra adorabile quando la osservi da fuori, ma funziona perfettamente mentre pedali. Non vedo l'ora di indossarla una volta che saremo usciti da tutte le restrizioni. 

Scopri di più sulla collaborazione Brompton x Protected Species qui

 

jess fawcett

 

Puoi scoprire di più sull'incredibile lavoro di Jess e InternationElles sul loro Instagram: www.instagram.com/internationelles/

Jools Walker è un'autrice, scrittrice e presentatrice televisiva pluripremiata. È una sostenitrice dell'uguaglianza nel ciclismo. Scopri di più su Jools e i suoi romanzi sul suo blog, Velo City Girl.